Panzanella Matta

La panzanella è un antico piatto ancora in uso in gran parte della Toscana. Una volta, a differenza di oggi che si considera tipicamente estivo, veniva consumato per gran parte dell’anno, una volta quando ancora non c’era il pomodoro.
Partendo così da arcaiche preparazioni e aggiungendo, diciamo un tocco di modernità, ecco realizzata una gustosa varietà.
Per quattro persone occorrono circa quattro etti di pane toscano raffermo (ottimo quello di farina di tipo 2 macinata a pietra), 250 gr di pomodori datterini o ciliegini, due cipollotti freschi preferibilmente di Tropea, 150 gr di erba portulaca (di antico uso è un’ottima erba ricchissima di Omega tre), 200 gr di tonno sott’olio, olio e.v.o. (mi raccomando di quello buono), agrodolce (o aceto di mele) sale e un pizzico di peperoncino in polvere, qualche foglia di basilico.
Per primo metteremo in una bacinella capiente il pane in ammollo e lo lasceremo per almeno 15 minuti in modo che assorba l’acqua e diventi morbidissimo.
A parte monderemo e taglieremo a dadini i pomodori, tagliuzzeremo la portulaca dopo averla accuratamente lavata ed asciugata (foglie e rami), affetteremo alla jullienne i cipollotti e tritureremo il tonno.
Ora è la volta del pane che toglieremo dall’ammollo e strizzeremo il più possibile triturandolo poi con le mani e ponendolo in una zuppiera, in cui avremo già messo tutti gli altri ingredienti. Dopo avere rigirato il tutto ed integrato bene i componenti, si condirà con poco sale, olio, agrodolce e peperoncino, si guarnirà con delle fogliette di basilico tagliate a metà e si servirà finalmente a tavola.

* La portulaca è una pianta spontanea tappezzante con arbusti rossastri e piccole foglie di un verde intenso dallo spessore rigonfio. Chi non la conosce la considera solo una pianta infestante che cresce sui cigli delle strade e su terreni incolti con molto drenaggio. Sono in commercio anche piantine per decoro (hanno fiori dai petali semplici di giallo paglierino o di rosso tenue, anch’essi commestibili).untitled-design-51img_3726

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *