Tagliatelle sul finir dell’orto

untitled-design-64

Tagliatelle sul finir dell’orto
Ormai l’orto, anche quello attrezzato con qualche piccola serra, comincia a dare pochi e scarsi prodotti, non rimane quindi che concludere con dei semplici assaggi che possano giusto bastare per qualche condimento.
Per quattro persone, metteremo a bollire circa un litro di brodo vegetale (utile sempre come base); a parte faremo un battuto, fine fine, con una piccola carota, una cipolla rossa grossa poco meno di una palla da biliardo ed uno spicchio d’aglio. In un pentolino lesseremo due cucchiai di ceci (se presi secchi le avremo messi molto prima a cuocere).
Mentre il battuto soffrigge a fuoco lento in un cucchiaio di olio evo รจ uno di brodo, taglieremo alla jullienne un’altra cipolla che metteremo in cottura poco prima del l’imbiondimento del nostro battuto, ora allungato con una mestolata del nostro brodo.
Lasceremo il tutto ammorbidire (sempre a fuoco lento), mentre avremo preso un paio di piccole zucchine e, dopo lavate, tagliate a dadolini in modo grossolano.
Allungando, di tanto in tanto, con il nostro brodo per non lasciare seccare il composto, aspetteremo il quasi completamento della cottura per mettere anche i ceci, ormai cotti e sgocciolati. Aggiungiamo sale e pepe e lasciamo il tutto sul fornello per altri 10 minuti.
In una terrina sbatteremo un uovo aggiungendo un cucchiaio scarso di brodo.
Dopo avere scolato la pasta si mette nella padella per risaltare insieme al sugo e, dopo pochi minuti di sbollentatura a fuoco basso, si aggiunge l’uovo saltando il tutto fino all’inizio dell’addensamento.
Mettere nelle scodelle le tagliatelle ancora fumanti e servire a tavola, magati con la spolveratura di prezzemolo finemente tritato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *